La geografia del buio: il nuovo album di Michele Bravi

18-Feb-2020  
  • la geografia del buio

Michele Bravi ritorna nel mondo della musica. Ritiratosi dalle scene per un lungo periodo, dovuto a un difficile momento personale, davvero molto delicato, è pronto a rimettersi in gioco. E lo farà con un nuovo album, dal titolo: La geografia del buio.

Laografia del buio

Due anni fa la vita del giovane, oggi 25enne, era stata lettralmente sconvolta da un tragico episodio, un incidente stradale in cui una persona aveva perso la vita. Era il 22 novembre 2018, a Milano: stava uscendo da un parcheggio, forse facendo una manovra vietata ed è stato indagato per omicidio stradale (per la morte della motociclista di 58 anni).

Da quel momento, Michele Bravi si era allontanato dai riflettori e di lui per molto tempo non si è parlato. Ma si è preso il tuo tempo pert lavorare su se stesso e combattere i suoi demoni.  A piccoli passi, ha ricominciato a far sentire la sua voce e a raccontare questi ultimi due difficili anni. Lo ha fatto anche in una toccante intervista rilasciata ai microfoni di Verissimo, dinanzi a Silvia Toffanin. E lo ha fatto anche riversando in musica i suoi sentimenti.

Il 20 marzo uscirà infatti il suo nuovo album, intitolato La geografia del Buio, un disco molto iontrospettivo, che conterrà nuove canzoni dell’artista vincitore della settima edizione di X Factor. Preorder e presave disponibili a partire da mezzanotte. Lui stesso ha scritto in un suo post su Instagram da oltre 77 mila likes:

Avere le parole per dire il caos non salva da niente ma almeno disegna il labirinto. La geografia del buio è un racconto attraverso la ferita del mondo. Una perdita di aderenza dal reale e il tuffo in un’oscurità che racchiude in sé la violenza della vita e riscopre nell’amore l’unica salvezza. Un amore che non combatte il male ma che aiuta a disegnarne la geografia.

Autore: Giuseppina Dente

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy