25 marzo 2020: oggi è il primo Dantedì, ricco di iniziative

25-Mar-2020  
  • 25 marzo dantedi

Il 25 marzo 2020 è il Dantedì, la giornata nazionale dedicata al padre della lingua italiana Dante Alighieri. A istituirla, il Consiglio dei ministri su proposta del ministro per i Beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini. Qusta giornata verrà festeggiata con una serie di iniziative, ma tutte rigorosamente online e promosse sui social con gli hashtag ufficiali #Dantedì e #IoleggoDante.

Dantedì

Il 25 marzo secondo gli studiosi è la data di inizio del fatidico viaggio di Dante Alighieri nell'aldilà raccontato nel suo capolavoro immortale, la Divina Commedia.

La giornata era stata pensata all'insegna di diversi eventi, manifestazioni e iniziative, per celebrare questo cosiddetto Dantedì, ma l'emergenza sanitaria dettata dal Coronavirus ha costretto l'Italia al blocco. Il tutto è stato dunque ripensato in un'ottica virtuale e gli eventi si sono spostati online e dureranno per tutta la giornata. 

Si comincia alle 11.00 sul canale YouTube o sull'account Facebook del MiBACT: docenti e studenti leggeranno parti del capolavoro dantesco, rigorosamente ciascuno dalle proprie abitazioni.

Poi ci saranno le lecturae Dantis interpretate dai maggiori artisti del nostro tempo proposte da Rai Teche: pillole di 30 secondi predisposte per i tre canali Rai e per Rai Play. Ha risposto all'appello anche Rai Cultura, con un palinsesto dedicato e materiali che verranno riproposti agli spettatori. Sul sito del Corriere della sera, invece, sarà trasmesso un filmato realizzato appositamente per questa prima edizione del Dantedì.

Dario Franceschini ha detto:

Questa prima edizione avviene in un momento particolarmente difficile. Le tante iniziative già previste si spostano sulla rete. Per questo rivolgo un appello agli artisti: il 25 marzo leggete Dante e postate i vostri contenuti. Dante è la lingua italiana, è l’idea stessa di Italia. Ed è proprio in questo momento che è ancor più importante ricordarlo per restare uniti.

Alla sua voce si è unita quella del Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina:

Riscoprire Dante, tutti insieme, sarà un modo per restare uniti, in un momento così complesso, attraverso il filo conduttore della poesia. So che gli insegnanti stanno già facendo sforzi importanti per portare avanti la didattica a distanza, per restare in contatto con i nostri ragazzi. Il Dantedì può essere una bellissima occasione per ribadire che la scuola c’è, per condividere, sui social o sulle piattaforme delle lezioni online, la passione per uno dei testi più importanti della nostra letteratura.

Autore: Giuseppina Dente

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy