Threads, l'app per gli amici più stretti di Instagram

08-Ott-2019  
  • threads app instagram

L’ultima novità in casa Facebook? Si chiama Threads ed è una app di messaggistica dedicata alla cerchia degli amici più stretti di Instagram. Uno spazio ristretto in cui condividere i vari momenti della propria giornata, attraverso foto, video, stories e messaggi, solo con le persone più care.

Una risposta alla crescente richiesta in tal senso da parte degli utenti, alla ricerca di un salotto in cui conversare e rimanere perennemente in contatto con gli amici più stretti, e uno dei primi segni tangibili di quel futuro “privato” di cui parlava Mark Zuckerberg a inizio anno.

Subito all’avvio Threads offre la possibilità di scattare foto o girare video da condividere - senza filtri, a differenza di Instagram. I contatti preferiti? Si aggiungono nella parte inferiore della schermata. Ecco poi la sezione dedicata alla messaggistica - con la presenza dei soli contatti indicati come “più stretti” su Instagram, con la possibilità anche di chat di gruppo - a condizione che ognuno dei contatti sia nella cerchia di tutti i partecipanti. Le conversazioni su Threads saranno visibili anche nella sezione dei messaggi di Instagram.

Ma se il Director of Product di Instagram Robby Stein promette per la nuova app privacy, velocità e condivisione, è proprio la parte che riguarda la privacy ad aver destato qualche perplessità.

Threads offre infatti la possibilità di inserire aggiornamenti di stato automatici, generati direttamente dall’app grazie alla geolocalizzazione dello smartphone, attraverso l’uso di informazioni come “la tua posizione, i tuoi movimenti, il livello della tua batteria e la connessione alla rete cellulare per determinare quali informazioni di contesto condividere”. Con la promessa, esplicitata nel messaggio di lancio ufficiale dell’app da parte di casa Facebook, che “le informazioni precise sulla posizione raccolte per lo stato automatico sono una nuova funzionalità specifica per le discussioni e non verranno utilizzate per gli annunci”, che però non convince del tutto non pochi esperti in materia di protezione dei dati.

Un altro punto che ha suscitato qualche critica? La grande somiglianza a Snapchat, acerrimo rivale di Facebook, che ha fatto definire da più di qualcuno Threads una sua versione per utenti Instagram.

Autore: Manuela Di Paola

Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy